Seleziona una pagina

Come sopravvivere all’industria 4.0

Capire come adeguarsi alla nuova rivoluzione industriale

L’industria come sei abituato a conoscerla sta cambiando, si sta evolvendo giorno dopo giorno. Il processo lavorativo si sposta sempre più verso le nuove tecnologie, modificando radicalmente i metodi e i mezzi con cui si svolge un compito. Sta nascendo l’industria 4.0 e tu dovresti adeguarti per evitare di soccombere all’innovazione.

Parto dal principio, dalla definizione. Con Industria 4.0 si intende la tendenza all'automazione industriale che integra nuove tecnologie con il fine principale di aumentare la produttività migliorando al tempo stesso le condizioni di lavoro. In poche parole, vengono creati nuovi modelli di business in cui le macchine non si limitano ad essere esecutori di un lavoro meccanico entrando a far parte in modo diretto di un processo produttivo. Ma di quali tecnologie sto parlando?

industria 4.0

Sono numerosi gli studiosi che stanno cercando di dare una definizione precisa delle tecnologie alla base di questa rivoluzione industriale, tutti però passano da un termine che conosciamo molto bene: smart. Uno dei significati del termine smart è “qualcosa che mostra un’intelligenza viva, con una curva d’apprendimento rapida ed una pronta risposta agli stimoli esterni”. Come i Robot, ad esempio. L’essere smart, inoltre, rende una tecnologia definibile come fattore abilitante di questo processo di modernizzazione.

L’industria 4.0 però non si può ridurre al solo concetto di impiego di macchinari sofisticati e capaci di imparare al fine di incrementare la produttività. Le tecnologie smart alla base di questa rivoluzione industriale che stiamo vivendo sono molteplici e parecchie di queste le conosci molto bene anche tu. Il cloud, per citare uno degli elementi base dell’industria 4.0, è una tecnologia accessibile a molti (se non a tutti) che può rendere smart la tua azienda. Con il cloud computing puoi archiviare un gran numero di dati e renderli accessibili a persone o macchinari, ovunque essi si trovino, ad un costo relativamente basso.

Il processo di rivoluzione passa anche attraverso l’ambito video.

L’industria 4.0 introduce le simulazioni e la realtà aumentata per supportare il lavoro e migliore l’interconnessione tra le macchine. Non va dimenticata poi l’importanza della nuova dimensione che devono assumere le componenti video, ovvero l’interattività. Alla base della simulazione, della realtà aumentata e realtà virtuale c’è la possibilità di interagire con quanto mostrato. Il video diventa meno statico e inizia a contemplare lo scambio bilaterale di informazioni tra uomo e macchina.

Dopo tutte queste nozioni, ti starai chiedendo: come posso adeguarmi a questo cambiamento e quali tecnologie devo adottare per la mia impresa? Lo stato italiano ti viene in aiuto. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha un programma per l’industria 4.0 (Il Piano nazionale Impresa 4.0) che agisce seguendo i tre punti cardine fondamentali per affrontare il cambiamento:

  • operare in una logica di neutralità tecnologica
  • intervenire con azioni orizzontali e non verticali o settoriali
  • agire su fattori abilitanti

Sono numerose le iniziative in corso per aiutare industriali ed imprenditori ad affrontare il cambiamento, devi solo individuare quelle più in target con il tuo lavoro e la tua struttura operativa. Ti invito a consultare il sito del MISE per maggiori informazioni e, cosa più importante, ti consiglio di non sottovalutare questo importante cambiamento tecnologico.